Casi clinici con omeopatia: Gioia, bovara con gravidanza isterica

GIOIA è una femmina di razza Bovaro del Bernese, ha 4 anni.

Ha sofferto da subito la macchina. 

Mangia poco e vomita spesso, fa feci non formate, con muco. Si lecca molto, ingerisce il pelo e lo vomita. 

Cammina volentieri, è vivace, gioca volentieri, irruente. Salta addosso, corre, è molto agile. È allegra e socievole, va d’accordo con tutte le persone. 

Fa molta guardia. Brontola molto, protesta: se qualcosa non le va bene si lamenta. Continua finché ottiene oppure finché la sgridi. È furba. 

Con le cagne gioca, coi maschi va a simpatie. È gelosa degli altri cani.

Entra sempre prima in casa, prepotente, sale sul letto, ma solo se c’è il suo telo. 

Fa feste pazzesche ma poi comincia a mordere. Se la sgridano, va a cuccia sbuffando.

Ha il terrore dell’acqua, patisce anche i polpastrelli bagnati, non sporca se piove.

Ipersensibile ai rumori, alle campane, sirene. 

Dalla gravidanza isterica, è lamentosa, nervosa, ha molto latte, rovista nella cuccia. Il primo rimedio omeopatico, non ha cambiato il quadro, è solo andato via il latte.

Considero meglio il quadro generale. Col successivo rimedio, dopo pochi giorni mi scrive un messaggio: “appena iniziata la cura sono finiti i piagnucolii… è decisamente più tranquilla”.

In 3 settimane scompaiono vomito e diarrea e inizia a mangiare con appetito.

Dopo qualche mese mi scrive: “è inappetente di nuovo da alcuni giorni, dovrebbe andare in calore: potrebbe essere questo?”

Le dico di riprendere il rimedio. Gioia ricomincia a mangiare e in pochi giorni arriva il calore. Tutt’ora risponde bene al rimedio.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.